Tre nuovi progetti per AICS Gerusalemme

Gerusalemme, 19 novembre 2019 – La sede estera dell’Agenzia italiana per la Cooperazione allo Sviluppo a Gerusalemme è lieta di concludere il 2019, anno pieno di successi e soddisfazioni, con l’approvazione da parte del Comitato Congiunto di tre nuove iniziative di sviluppo da realizzarsi nel 2020.

“In Your interest – Protection and promotion of the best interest of the child in Palestine” si prefigge di migliorare il Sistema di giustizia minorile e di rafforzare il sistema di protezione sociale per garantire il pieno godimento dei diritti da parte dei minori. Nello specifico, il progetto è costruito su tre component: (I) Rafforzamento delle capacità delle istituzioni palestinesi nell’elaborare, realizzare e monitorare progetti personalizzati al fine di riabilitare e reintegrare minori in contrasto con la legge nella società; (II) Miglioramento dei meccanismi di prevenzione su base comunitaria per minori a rischio, tramite la creazione di un ambiente protetto e sicuro e il coinvolgimento di OSC locali; (III) Incremento dell’accesso a servizi di protezione minorile, tra cui strutture per il supporto psico-sociale per minori e famiglie vulnerabili, specialmente quelli colpiti dalla crisi di Gaza.

L’iniziativa è finanziata da AICS per un importo totale di € 4,937,000, di cui una componente verrà concessa in affidamento a OSC/Consorzi di OSC, € 900,000 saranno garantiti a UNICEF per la realizzazione delle attività su canale multi-bilaterale e € 1,760,000.00 saranno supporto al budget della Procura Generale e del Ministero dello Sviluppo Sociale.

“POP – Post Emergency Palestine” è una nuova tipologia di progetto in linea con l’approccio NEXUS per la protratta crisi umanitaria palestinese, mettendo in collegamento emergenza e sviluppo per raggiungere obiettivi di medio-lungo termine. Questa iniziativa verrà gestita tramite bando pubblico aperto a organizzazioni no profit, come OSC e altre realtà palestinesi.

Il budget per il bando verrà suddiviso secondo aree geografiche: un lotto si focalizzerà sulla Striscia di Gaza mentre l’altro su Area C, Gerusalemme Est e Hebron H2.  I tre progetti selezionati, di 24 mesi, verranno finanziati per un totale di 3,590,000 EURO.

“Be the impact: the cooperative system and social entrepreneurship as vehicles for inclusive and sustainable development” si concentrerà su tre livelli di intervento: (I) fornire assistenza all’Agenzia Palestinese per il Lavoro Cooperativo (CWA) per migliorare il quadro istituzionale e normativo del sistema cooperativo in Palestina; (II) sostenere l’Unione Generale delle Cooperative e i sindacati settoriali, al fine di rafforzare gli organismi intermedi tra la CWA e le cooperative; (III) sostenere cooperative specifiche con “progetti pilota” personalizzati.

Il progetto condividerà anche le migliori pratiche internazionali e le lezioni apprese nei settori delle cooperative e dell’imprenditoria sociale, contribuendo a costruire e consolidare una cultura cooperativa in Palestina.

A livello di finanziamento si prevede una componente di sostegno al bilancio per CWA (€ 365.000), l’affidamento della realizzazione tramite bando pubblico per OSC (€ 1.038.000) e un sostegno multi-bilaterale all’ILO (€1.500.000).

Posted in .