Nuovo contributo italiano per il programma sanitario UNRWA nella Striscia di Gaza

Un nuovo dono del Governo italiano per un valore di 1.9 milioni di EURO in favore della United Nations Relief and Works Agency for Palestine Refugees in the Near East (UNRWA) permetterà la fornitura di assistenza sanitaria di base ai sei centri di Gaza per un periodo di 6 mesi. Il contributo consentirà un totale di 450,000 visite mediche per circa 340,000 rifugiati palestinesi.

Marc Lassouaoui, Responsabile UNRWA delle relazioni coi donatori, ha dichiarato: “A nome di UNRWA ringrazio il Governo Italiano per il costante e generoso supporto al nostro programma sanitario a Gaza, attualmente in condizione di forte bisogno. Grazie a questo contributo verranno assicurate quelle cure mediche che contribuiscono direttamente allo sviluppo dei rifugiati palestinesi”.

Il Console Generale d’Italia a Gerusalemme Fabio Sokolowicz ha riaffermato l’impegno italiano per il settore sanitario palestinese, sottolineando l’importanza della fornitura di visite mediche a Gaza: “Dal 2012 l’Italia ha contribuito con la cifra complessiva di oltre 60 milioni di euro per consentire ad UNRWA di fornire servizi essenziali ai rifugiati palestinesi”.

Cristina Natoli, Direttore della Sede AICS di Gerusalemme, ha infine dichiarato: “Con questo progetto, AICS ribadisce sia il ruolo di donatore di riferimento nel settore sanitario in Palestina, sia l’impegno in favore dei rifugiati palestinesi a Gaza”.

Posted in .