Incontro tra Ministro della Donna palestinese e Cooperazione Italiana: una partnership antica capace di dare frutti concreti

Ramallah, 4 Novembre 2019 – Il Console Generale d’Italia a Gerusalemme Fabio Sokolowicz e la Direttrice della Sede locale AICS Cristina Natoli hanno incontrato ieri pomeriggio la Neoministra della Donna palestinese Amal Hamad, per un aggiornamento sull’andamento delle iniziative di cooperazione e le principali tematiche legate all’uguaglianza di genere in Palestina.

In particolare, dopo aver ringraziato l’Italia per il suo sostegno pluriennale al Dicastero che presiede, il Ministro ha ribadito l’intenzione di aprire nei prossimi mesi tre nuovi Tawasol Centers a Gaza, luoghi di protezione e sviluppo per donne palestinesi, in aggiunta agli undici già presenti in ciascun Governatorato della Cisgiordania ed attivati nel quadro di progetti italiani, e ha sottolineato quanto il Media Network creato dal Ministero grazie al progetto WELOD III stia dando importanti risultati nella diffusione del gender mainstreaming tra giornalisti e operatori dei media locali.

La Cooperazione Italiana continua a sostenere i processi di emancipazione femminile in Palestina e a supportate le donne vittime di violenza di genere. Dal 25 Novembre al 10 Dicembre, AICS Gerusalemme parteciperà alla campagna di 16 giorni contro la violenza di genere, con 3 workshop per studenti universitari in partnership con UNFPA e con l’organizzazione dell’evento di chiusura della campagna, in partnership con UNESCO e UNWOMEN, previsto all’Università Al-Najah di Nablus.

Una nuova iniziativa per la diffusione del gender mainstreaming risulta al momento in fase di stesura in partnership con il MoWA, come ricordato dal Direttore AICS Cristina Natoli al Ministro, a supporto della strategia del Ministero che si avvale per questo dell’indispensabile coordinamento tanto con una ricca ed attiva rete di organizzazioni della società civile quanto con altri Ministeri palestinesi.

Posted in .